Analisi di fine stagione in casa Fabiani Formia alla vigilia della finale Play Off

Pasquale_Masone_

Finalmente ci siamo.

 Dopo nove mesi di gestazione, anche questo campionato è arrivato al clou.

 Sì, è vero, questo weekend  si scende in campo contro ia VisNova , ma come vado farneticando da settimane a questa parte il campionato dalla Fabiani è appena iniziato, quindi quella di sabato sera è solamente un’altra  vetrina per chi non ha avuto la possibilità di lasciare anticipatamente casa Fabiani.

 Solo sul prossimo match di Vis Nova Roma ci sarebbe da scrivere un libro colmo di riflessioni dei tifosi che si ergono a paladini dello ‘scansamose’ per lasciare soli i cugini del Basketball e godere di questo fallimento altrui.

 Punto primo, la Fabiani che andrà in campo a Roma giocherà a mente libera a prescindere dal risultato!!  E farà di tutto per non inficiare il finale del campionato: vi immaginate cosa succederebbe se la Fabiani vincesse…  In pochi ci hanno riflettuto, come mai?

 Perché la pubblicità che viene fatta sull’argomento è esigua.

La pubblicità, appunto.

 Da sempre l’informazione di massa, che piaccia o no, instilla nella mente umana quello a cui deve pensare o su cui deve riflettere.

Esistono decine di trattati a riguardo e la legge vale sin dagli inizi della reclame.

 L’esempio lampante:

 Terrell Evans in Italia i tifosi  sono stati talmente tanto bombardati dalle opinioni sulla valutazione dell’americano  che tralasciano le prestazioni in campo e lo criticano talvolta per partito preso; al massimo si concedono la frase “per quello che è  pagato sta facendo il minimo”.

È limitarsi al minimo al primo anno in Italia influire per più di venti punti a gara sul rendimento della Fabiani  portandolo da 72,3 a 92,08?

 È il minimo essere il migliore accanto ad un fenomeno di nome Tyrek Tucker altro americano che di media viaggia a 31,2 e 14 rimbalzi  per tutto il 2016?

 È il minimo dare equilibrio ad una squadra che equilibrio ne  ha poco poiché è la 3a con roster più giovane del torneo??

No, non lo è. Il problema è che le varie opinioni e le varie attese poste su di loro a causa dei commenti fatti, a partire dal coro con cui è stato accolto a Formia, hanno generato le solite malelingue.

 Serve un altro esempio?

 Presto detto: la Fabiani ha sempre problemi finanziari, non può permettersi nessun acquisto e deve per forza smobilitare o chiudere ogni anno.

Ma se all’ultimo incontro fra lo stato maggiore dei giallo/rubilio e organi contabili di un nuovo sponsor di livello nazionale i dirigenti hanno fatto un’ottima impressione grazie ai bilanci e ai piani presentati, perché dovrebbero essere ceduti tutti quanti per motivi economici?

 La risposta è semplice:

la Fabiani cederà qualcuno, perché è  ragionevolmente accettabile come logica di mercato per sostituirli adeguatamente e puntellando la rosa laddove ha mostrato carenze in questa stagione.

 Ad ogni uscita corrisponderà un entrata  e, anzi, per ora gli acquisti sono  già ci sono anche per la prossima stagione.

Può essere che la Fabiani fallirà, che verrà beffata miliardi di volte sul mercato, ma per l’amor del cielo, pensate con la vostra testa e fatevi un’idea vostra: leggete più che potete, qualsiasi cosa, possibilmente che superi i 140 caratteri e che non si trovi su una bacheca social.

Il tifo è la massima libertà di pensiero e di espressione: non fatevi imbrigliare la mente.

Provate a guardare le partite da soli e giudicare senza confrontarvi con altri la gara; provate a limitarvi a leggere le notizie di mercato senza subito cercare dati su Transfermarkt e video su Youtube o ascoltare chi ha visto tutti…, anche se si trattasse del centro della quintultima squadra del campionato iracheno; provate a parlare con chi ha studiato economia o anche solo ha fatto la vecchia ragioneria del bilancio di una squadra e non vi fidate per partito preso di chi sciorina numeri come fosse un pallottoliere.

Insomma il campionato è vivo, adesso con l’arrivo della bella stagione si avrà più tempo libero: sfruttatelo al meglio.

 Pensate a voi e pensate per voi, non solo vi tornerà utile in questi mesi di basketmercato, ma anche nella prossima stagione e nella vita di tutti i giorni.

 “La libertà di pensiero è il fondamento dell’uomo razionale. La capacità di elaborare, di meditare, di approfondire e di manifestare il pensiero costituisce la caratteristica saliente dell’essere umano”.

 

Amatela sempre.

 Buon VisNova Roma – Fabiani a tutti. E in bocca al lupo. 

Related posts

Leave a Comment