La festa Vigor “rovinata” da un pesante addio

Nell’ultima gara stagionale il Cisterna batte 12-6 la Vis Gavignano conquistando il settimo posto. Cinquina di Luca Angeletti che annuncia il suo ritiro dal futsal giocato: “Chiudere con la fascia al braccio è stato bello, grazie a tutti”

Alla fine la Vigor ha conquistato il posto che più meritava con il bel 12-6 arrivato contro la Vis Gavignano . La settima posizione infatti rispecchia al meglio la bella e storica stagione della squadra di Tonino Angeletti, sempre a distanza dalla zona retrocessione ma spesso ad un passo dalla consacrazione nella lotta playoff. Come primo, storico, anno in serie C1 nessuno può lamentarsi perché il raggiungimento della salvezza è stata una vera e propria festa per una società come quella biancazzurra. Nell’euforia finale però è arrivato l’addio di Luca Angeletti. Il 28enne mancino fact totum della Vigor infatti ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo con un’ultima partita da applausi: fascia al braccio e cinque gol. Una decisione forse inaspettata per quanto riguarda le qualità del giocatore anche se, l’attenzione di Angeletti è sempre stata proiettata sulla Vigor a 360 gradi. “Gli infortuni e la voglia di intraprendere una nuova strada come quella di allenare hanno avuto la meglio sulla voglia di giocare – ha ammesso lo stesso Luca Angeletti – se guardiamo la mia età si può dire che è presto per lasciare ma ora sento che è il momento di cercare di fare altro che possa darmi maggiori stimoli. Dopo tre anni di affiancamento mi piacerebbe lavorare in prima linea sulla panchina della Vigor Cisterna portando avanti un programma di lavoro iniziato tre anni fa. Chiudere con la fascia da capitano al braccio è stato molto bello e ringrazio tutti per questo gesto. I cinque gol sono meno importanti perché volevamo vincere e conquistare un settimo posto che, come primo anno, è un traguardo importantissimo. Il nostro futuro? Presto per parlarne, ora preferisco godermi le soddisfazioni arrivate da questa storica salvezza e quella personale dei 25 gol stagionali che mi hanno permesso di essere il capocannoniere della squadra. Con la società comunque stiamo già parlando di futuro, sicuramente i giovani avranno un ruolo importante per la Vigor che sarà, siamo ambiziosi e vogliamo crescere”.

Ufficio Stampa

 

Related posts

Leave a Comment