Il Fondi non riesce più a vincere: l’Unicusano cade a Siracusa, compromessa la rincorsa ai playoff

Il Fondi di Sandro Pochesci va k.o. sul campo del Siracusa, diretta avversaria per la zona playoff: decide l’incontro il gol del match-winner Scardina, che gela i laziali all’85’. Si interrompe la striscia di risultati positivi dell’Unicusano, che esce sconfitta dal “De Simone” e resta ferma a 40 punti. Scelte quasi obbligate per Mister Pochesci, che deve rinunciare a Calderini, De Martino e Signorini, tutti indisponibili per squalifica. Il tecnico rossoblù si gioca le carte Bertolo e Addessi, contando sulla loro voglia di rivalsa dopo diverse settimane trascorse in panchine.

LA GARA – La gara si rivela combattuta sin dai primi minuti: all’8’ sono i padroni di casa a rendersi pericolosi, con Azzi che prova la conclusione su invito di Catania ma trova l’opposizione di Baiocco. Pochi secondi dopo è il portiere del Siracusa a dover mettere una pezza sull’insidioso cross di D’Angelo indirizzato nella zona di Tiscione. Al 12’ ci prova Scardina, autore di una grande discesa sulla fascia, che piazza al centro un velenoso pallone per Azzi, intercettato dal fondamentale intervento difensivo di Bertolo. Dieci minuti dopo, Tiscione tenta dalla trequarti il gol da antologia al volo: il numero 7 pontino è coraggioso nell’idea ma pessimo nell’esecuzione. Questo tentativo risulta l’ultima trama offensiva degli ospiti, che nella seconda metà del primo tempo aspettano gli avversari: ci prova Valente su punizione, ma non trova la porta. Il Siracusa si rende protagonista di insistite azioni in zona d’attacco, ma l’Unicusano si chiude bene e non lascia spazi agli uomini di Sottil, riuscendo a chiudere la prima frazione di gioco sul risultato di 0-0.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il Fondi esce allo scoperto: il Siracusa trova difficoltà in fase d’impostazione e la formazione ospite ne approfitta per rendersi pericolosa. A provarci è ancora Tiscione, che tenta l’eurogol su punizione ma manca completamente il bersaglio. Con il passare del tempo i siciliani acquistano sempre più fiducia e credono nella possibilità di portare a casa i tre punti, mandando in tilt i rossoblù, troppo imprecisi nella costruzione di gioco e notevolmente in affanno in ottica offensiva. Al 62’ i padroni di casa divengono autori di un grande schema su calcio piazzato: Valente serve Malerba che allarga il gioco sul secondo palo, ma sul pallone interviene Baiocco che sceglie perfettamente il tempo d’uscita e fa sua la sfera. Comincia la staffetta di cambi per entrambe le compagini: Pochesci richiama in panchina uno spento Gambino ed inserisce al suo posto il fresco Albadoro. Gli aretusei sostituiscono Diakité per Brumat in modo da favorire la spinta sulla fascia destra.

FINALE – Il tempo passa ed il risultato sembra non sbloccarsi, quando all’85’ arriva il gol lampante di Scardina che porta in vantaggio i suoi con uno splendido tocco di testa su assist di Longoni. Il giocatore azzurro si rende protagonista di un’esultanza sopra le righe che gli costa il cartellino giallo. La reazione dell’Unicusano stenta ad arrivare e l’incontro finisce così, sul risultato di 1-0 per i padroni di casa. Un parziale giusto secondo quanto visto sul campo, che punisce un Fondi ben disposto in fase di non possesso ma troppo timido nella gestione del pallone. I ragazzi di Pochesci non riescono a graffiare in attacco ed escono sconfitti dal campo del Siracusa. Una lezione severa, della quale i rossoblù dovranno inevitabilmente tener conto, per poter ripartire con il piede giusto già dalla gara casalinga contro la Casertana.

Andrea Pontone

dal Corriere Laziale

IL TABELLINO:

Siracusa 1

Unicusano Fondi 0

MARCATORI: 40’ s.t. Scardina.

SIRACUSA: Santurro; Diakité (dal 32’ s.t. Brunat), Pirrello, Turati, Malerba; Spinelli, Palermo; Dentello Azzi, Catania (dal 26’ s.t. Longoni), Valente; Scardina.

PANCHINA: Gagliartini, Dentice, De Respinis, Sciannamè, Russo, Rizza, Persano, Cossettino, Nania.

ALLENATORE: Andrea Sottil.

UNICUSANO FONDI: Baiocco; Galasso, Bertolo (dal 38’ s.t. Tommaselli), Marino, Squillace; D’Angelo, Varone; Tiscione, Giannone, Addessi; Gambino (dal 29’ s.t. Albadoro).

PANCHINA: Coletta, Mucciante, Battistoni, Sernicola, Capuano, Pompei, Di Sabatino.

ALLENATORE: Sandro Pochesci.

ARBITRO: De Remigis di Teramo.

ASSISTENTI: Di Monte e Basile di Chieti.

NOTE: Ammoniti: Diakité, Scardina (S).

Related posts

Leave a Comment