Gli Ultras Curva Coni ancora sulla questione stadio di Formia e altre strutture sportive

Pochi giorni fa, nel bel mezzo del polverone alzatosi sulla questione stadio, come ULTRAS avevamo provocatoriamente richiesto al sindaco Bartolomeo e l’Ass.re Zangrillo E. (Da noi riconosciuti come responsabili dell’inadeguatezza del nuovo stadio) di noleggiare a spese PROPRIE due pullman per la trasferta a Fondi destinati ai semplici tifosi e alle famiglie.

Ora il punto è un altro e fa riflettere molto, la nostra era una provocazione, ed essendo stata accolta vuol dire che gli accusati del palazzo hanno riconosciuto la loro responsabilità nel non poter giocare la partita a Formia, nello “stadio più bello della regione Lazio” (Cit. Bartolomeo).

E poi come sono stati pagati questi pullman? Con i soldi dei cittadini?

Avevamo chiaramente richiesto di non usare le casse comunali, invece da un comunicato del comune(su internet) si legge il contrario. Tra l’altro la gente non ha usato nemmeno i vostri pullman, chiedetevi il perché.

Lo stadio Nicola Perrone è una ferita ancora aperta, un dono fatto alla popolazione dal grande Custodino Di Russo, ed è stato venduto per 30 denari al C.O.N.I. per affari personali. Ora volete togliere alla cittadinanza la possibilità di assistere alle partite casalinghe?

La città dello sport (cit. Bartolomeo) non ha stadio, non ha un palazzetto, ha vari campetti inadeguati e altri in mano agli amici degli amici.

Detto questo non accettiamo nemmeno che la società U.S. Formia per racimolare qualche banconota in più, si adoperi a far spostare Formia-Cassino in campo neutro (per 200 tifosi ospiti).

Rispetto per lo sport, per la tifoseria, per la curva, rispetto per la tradizione cittadina!

Questa è un’altra triste storia di una città sbranata dalla politica ladrona

Gli Ultras della Curva Coni

Foto Erasmom Lombardi

Related posts

Leave a Comment